Tick Tock – Un horror steampunk

Lo steampunk sta conquistando il cinema, ce ne accorgiamo guardando alcune proposte che negli ultimi anni hanno caratterizzato l’industria dello spettacolo; parliamo degli Sherlock Holmes 1 e 2, Hugo Cabret, la nuova proposta de I Tre Moschettieri, Ember, The Prestige, Van Helsing , La leggenda degli uomini straordinari, The Time Machine, Wild Wild West e molti altri ancora. Se ancora non avete inquadrato il genere ecco una definizione che potrà illuminarvi: dicesi “steampunk”

filone della narrativa fantastica-fantascientifica che introduce una tecnologia anacronistica all’interno di un’ambientazione storica, spesso l’Ottocento e in particolare la Londra Vittoriana. Un modo per descrivere l’atmosfera steampunk è riassunto nello slogan “come sarebbe stato il passato se il futuro fosse accaduto prima”

Nel mondo steampunk abbiamo quindi macchine a vapore (da cui il termine steam) in grado di fare qualunque cosa, dal design retrò, vittoriano, esteticamente belle, fatte di ottone, ferro, rame, oro, legno, pelle e velluto. Molti oggetti sono meccanici ed i meccanismi delle macchine sono a vista, quindi si vedono ingranaggi, leve, motori (l’estetica prevale su di essi più che il funzionamento), infine c’è la possibilità che compaiano automi e a volte non mancano elementi macabri di ispirazione gotica. Possiamo dire che in letteratura i precursori dello steampunk siano stati i romanzi di Jules Verne e di H. G. Wells.

Dopo aver chiarito cos’è lo stampunk torniamo al nostro cortometraggio, Tick Tock, realizzato dal regista inglese Amin Mueller e prodotto dalla produttrice emiliana Vanessa Ferragamo. Il progetto era nato come progetto finale di un master universitario ed è alla fine approdato al piccolo festival dello steampunk di Portland  da cui ha avuto un piccolo riconoscimento.

La trama è breve e semplice: la storia è ambientata in epoca vittoriana, un padre ed una figlia viaggiano su un treno. Durante la notte il padre si sveglia e scopre che la bambina è sparita, lasciandosi dietro il proprio orsacchiotto meccanico. Percorrendo il treno per cercare la figlia l’uomo incontrerà due inquietanti orologiai che gli faranno scoprire una realtà macabra e sconcertante.

Buona visione http://www.bestmovie.it/news/tick-tock-il-corto-in-esclusiva/152146/

Annunci

~ di dbrhts su maggio 23, 2012.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: